L’energia Geotermica è una risorsa pulita, gratuita e rinnovabile. La ritroviamo nel sottosuolo sotto forma di temperatura, è disponibile ovunque, in qualsiasi tipologia di terreno e la possiamo estrarre e utilizzare attraverso dei sistemi geotermici, composti da sonde geotermiche e pompe di calore.

Il terreno contiene una fonte inesauribile di calore, più scendiamo in profondità più aumenta, questo dovuto dal calore del nucleo terrestre. La temperatura nel sottosuolo si stabilizza ad un valore pari alla temperatura media annuale dell’aria esterna gia ad una profondità di 12 mt e scendendo aumenta di 3° ogni 100 mt, arrivando così a calcolare di estrarre nelle nostre zone una temperatura media attorno ai 12-13°. Per sfruttare l’energia geotermica si costruiscono delle sonde verticali comprese tra i 70 – 150 mt, le quali estraggono energia finalizzando il tutto alla pompa di calore, la quale trasforma l’energia ricavata nel terreno andando poi a riscaldare e raffrescare edifici attraverso sistemi di riscaldamento radianti e produrre acqua calda sanitaria.

Lo stesso sistema può essere realizzato mediante l’estrazione dell’acqua direttamente dal pozzo; dopo il passaggio in pompa di calore, l’acqua viene restituita in falda mediante un ulteriore pozzo o in acque bianche.

VANTAGGI IMPIANTI GEOTERMICI

Impianto totalmente autonomo se affiancato ai pannelli fotovoltaici
Impianto in grado di riscaldare, raffrescare e produrre acqua calda sanitaria
Risparmio economico (nella stagione invernale si raggiunge un risparmio del 75-80 % rispetto a Gas – Petrolio – GPL, mentre nella stagione estiva la pompa di calore lavora per fornire l’acqua calda sanitaria, mentre per raffreddare l’abitazione fa circolare l’acqua dalle sonde all’impianto e portando un vantaggio economico rispetto ai tradizionali condizionatori)
L’unica fonte di calore è la pompa di calore, la quale se affiancata ad un impianto fotovoltaico darebbe ancora un ulteriore risparmio con ZERO emmisioni di C02
Agevolazioni e incentivi statali, regionali e comunali in base al territorio di appartenenza su fonte rinnovabile
Non è influenzata da agenti atmosferici, problema che si può creare solamente con sonde orizzontali se troppo in superficie e l’energia viene costantemente rigenerata nel sottosuolo.

UN NUOVO MODO DI SFRUTTARE L’ENERGIA GEOTERMICA

Le sonde RAUGEO Helix® PE-Xa prelevano il calore dal terreno a una profondità di circa 5 metri attraverso un circuito chiuso. Con l’ausilio di una pompa di calore, l’energia geotermica estratta viene portata alla temperatura necessaria per il riscaldamento.
Le sonde RAUGEO Helix® PE-Xa sono ideali per l’installazione sia in nuove costruzioni, in particolare in case a basso consumo, sia in vecchi edifici ristrutturati. Inoltre, rappresentano la scelta giusta nei casi in cui vi è poco spazio disponibile oppure quando non è possibile praticare perforazioni in profondità a causa di particolari condizioni geologiche o della falda freatica.

SONDE GEOTERMICHE VERTICALI

Le SGV, sonde geotermiche verticali, sono degli scambiatori a circuito chiuso, sistemi di tubazioni in polietilene PE 100 SDR 11 PN 16, che possono essere strutturate da 2 tubi di 40 mm oppure da 4 tubi da 32 mm, uniti in profondità da una U-bend che da vita cosi a un circuito chiuso.
Possono essere istallate in tutti i tipi di terreno a partire dai 50 fino ai 200 mt.
Le tubazioni vengono introdotte dopo aver eseguito la perforazione del terreno di foro (120 – 150 mm), successivamente all’inserimento della sonda viene riempita l’intercapedine tra suolo e sonda con una miscela di cemento-bentonite e sabbia quarzitea che favorisce una buona conduzione di calore e quindi una buona resa dell’ impianto geotermico.